Il Carciofo di Montelupone protagonista nella ricerca scientifica

Il Carciofo di Montelupone fa di nuovo parlare di sé.

“Agronomic and nutritional quality, and fresh and processing attitude, of globe artichoke (Cynara cardunculus L. var.scolymus) cultivars and an Italian landrace”

Questo il titolo dell’articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista “The Journal of Horticultural Science and Biotechnology”, edita ad Oxford. Autori: il maceratese Dott. Roberto Cappelletti e lo staff del Prof. Bruno Mezzetti (Francesca Balducci, Jacopo Diamanti, Luca Mazzoni, Franco Capocasa, Maurizio Battino) della facoltà di scienze agrarie, alimentari ed ambientali dell’Università Politecnica delle Marche di Ancona.

Immagine di "The Journal of Horticultural Science and Biotechnology" per il Carciofo di Montelupone
The Journal of Horticultural Science and Biotechnology

 

Il lavoro mette in luce le qualità del Carciofo di Montelupone, raffrontando i parametri produttivi, morfologici, qualitativi e nutrizionali con le altre colture commerciali (Apollo, Romanesco C3, Exploter).

 

Immagine di carciofi monteluponesi
Carciofi monteluponesi

Il Carciofo di Montelupone è caratterizzato da eccellenti valori nutrizionali, qualità benefiche e terapeutiche per la salute umana. Proprio per questo è consigliato il consumo del prodotto fresco. L’ortaggio tipico è ricco di antiossidanti in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari e protegge il sistema immunitario.

Immagine del Dott. Roberto Cappelletti
Dott. Roberto Cappelletti

Il Dott. Roberto Cappelletti (in foto) è il maggiore studioso del Carciofo di Montelupone e da oltre venti anni segue la valorizzazione del prodotto, con ricerche in campo e studi specifici.