Proprietà nutritive del Carciofo

Proprietà nutritive del carciofo e relativi benefici per la salute umana.

Il carciofo, alla luce dei più recenti studi, deve essere considerato un autentico toccasana.
E’ un alimento tonico e digestivo.

La cinarina contenuta nel carciofo provoca un aumento del flusso biliare e della diuresi ed è quindi epato-protettrice, svolgendo un’importante azione protettiva del fegato, l’organo demandato alla depurazione di tutte le sostanze tossiche ingerite con alimentazioni errate o eccessivo uso di alcool.

Proprietà nutritive - Carciofi
Carciofi freschi

L’uso del carciofo deve entrare nella quotidianità alimentare, indispensabile per chi soffre di colesterolo medio-alto e trigliceridi. Il carciofo è anche ricco di potassio e sali di ferro. Nel carciofo ci sono anche alcuni zuccheri consentiti ai diabetici, come mannite e inulina e altri minerali come rame, zinco, sodio, fosforo e manganese. Gli estratti di carciofo ottenuti da diverse parti della pianta (foglie, frutti e radici) sono stati usati come medicinale sin dall’antichità. L’alto contenuto di fibre presente nei carciofi aiuta nel miglioramento delle funzioni del tratto digestivo ed è un buon lassativo.

Il suo effetto drenante è una delle prime ragioni che porta il carciofo a essere un ottimo agente per la promozione di una graduale perdita di peso.
Il consumo di carciofo non ha effetti collaterali.

Nel carciofo è presente un acido clorogenico, antiossidante, che è in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari. Le sostanze con proprietà antiossidanti contenute nel carciofo hanno una potenziale attività antitumorale che è tutt’ora oggetto di ricerche.
Per trarre beneficio da queste straordinarie qualità curative, bisognerebbe assumere una quantità di carciofo, meglio se fresco, pari a 100-300 g al giorno per un periodo abbastanza prolungato.
Il carciofo è un ottimo alimento che aiuta l’organismo nelle attività antinfiammatoria, antimicrobica ed antiossidante. Con le sue proprietà nutritive, regola l’appetito e la diuresi.

Il carciofo ha pochissime calorie (22 Kcal ogni 100 gr). Crudi o cotti, con modesti condimenti, i carciofi sono un alimento utile per combattere diabete, colesterolo, ipertensione, cellulite e sovrappeso. Ha inoltre proprietà sedative e tranquillanti.

 

Cfr. “Qualità nutrizionale ed aspetti salutistici del carciofo: impatto sulla salute del consumatore”.Durazzo A, Azzini E, Foddai MS, Catasta G, Miccadei S, Fraioli R, Di Venere D, Linsalata V, Cardinali A, Pieralice M, Sergio L, Maiani G. (2007). INRAN Istituto Nazionale di Ricerna per gli Alimenti e la Nutrizione.

 

I carciofi sono una fonte preziosa di potassio e sali di ferro. Contengono la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione biliare. Di solito se ne mangiano il fiore e le brattee, dopo aver eliminato quelle esterne, più dure. Protettori indiscussi del fegato, i carciofi provocano un aumento del flusso biliare e sono molto indicati nella dieta dei diabetici. L’infuso preparato con le foglie di carciofo, cui possono essere associate altre erbe, è davvero miracoloso dal punto di vista di stimolazione della diuresi ed eliminazione delle tossine: il sapore è molto amaro, ma il beneficio è assicurato.

I carciofi sono anche tra gli alimenti con il più alto contenuto di fibre, utili quindi per la regolarità intestinale.

Il carciofo è un alimento che ha effetto positivo anche sul sistema cardiocircolatorio, in quanto si tratta di un alimento ipocolesterolemizzante. Prima di acquistarlo verificate che sia sodo e senza macchie. Per riconoscerne la freschezza, afferratelo con indice e pollice, premendo: se i carciofi oppongono resistenza e non si appiattiscono, la freschezza è garantita.