Carciofi sott’olio: la ricetta

Carciofi di Montelupone sott'olio
Barattolo di carciofi sott’olio

I Carciofi sott’olio sono una conserva pregiata della tradizione monteluponese. Di seguito la ricetta delle “vergare” locali.

Ingredienti

  • Carciofi di Montelupone: 3 kg;
  • sale grosso 2 cucchiai;
  • aceto: 1 lt;
  • acqua: 2 lt;
  • olio extravergine di oliva: q.b.

Tempo di preparazione

50 minuti

Difficoltà

Media

Procedimento

Pulite i carciofi (togliendo le foglie più esterne, eventualmente seguite questa guida), immergeteli in una pentola con acqua, aceto e sale grosso e portate ad ebollizione. Cuocete i carciofi per circa 3 o 4 minuti dopodiché scolateli e sistemateli a testa in giù su di un canovaccio pulito in modo da far fuoriuscire il liquido rimasto tra le brattee.
Lasciateli raffreddare completamente.

Disponete i carciofi in un barattolo e versateci abbondante olio extravergine di oliva fino a coprire interamente i carciofi.
Chiudete ermeticamente con il tappo.

Sterilizzate i barattoli ulteriormente per togliere l’aria in eccesso ed evitare il botulino: mettete i barattoli dentro una pentola capiente e coprite d’acqua.
Portate a bollore e lasciate bollire per 10 minuti poi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare i barattoli capovolti (a testa in giù) per almeno 3 ore.

Conservazione

Se conservati in luogo fresco e asciutto possono durare anche un anno.

Una volta aperto il barattolo va tenuto in frigorifero e consumato in una settimana.

Consigli

Potete mettere nel vasetto oltre all’olio EVO anche spezie o erbe aromatiche come ad esempio prezzemolo, mentuccia, pepe in grani, peperoncino, aglio, origano o curcuma.